Con la Brexit arriva il primo patto per valorizzare le relazioni commerciali tra l’Italia e la Gran Bretagna che rappresenta una destinazione privilegiata per la produzione agroalimentare italiana.

Obiettivo dell’accordo è creare le condizioni per una maggiore competitività della filiera del pomodoro italiano, fondata sul riconoscimento della qualità del prodotto e dell’impegno per condizioni eque e dignitose del lavoro nei campi.

 Il Regno Unito condivide con il nostro Paese il valore della propria esperienza storica nel contrasto a forme di caporalato e promuove una cultura della legalità in una filiera determinante per l’export dell’Italian food.

L’appuntamento è per martedì 12 febbraio alle ore 15 in Via XXIV Maggio a Roma per la firma di uno storico accordo tra Coldiretti e Princes, il gruppo che controlla il più grande stabilimento per la trasformazione del pomodoro in Europa, a Foggia.

 Partecipanti:

·         Jill Morris, Ambasciatrice del Regno Unito in Italia

·         Paolo De Castro, Primo Vicepresidente Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo

·         Ettore Prandini, Presidente Coldiretti

·         Gianmarco Laviola, Amministratore Delegato Princes Industrie Alimentari

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome