Si è conclusa, nella splendida cornice dell’isola di San Servolo, a Venezia, la mostra 1988-2018, in cui Antonia Di Giulio, tra le più importanti pittrici del panorama artistico italiano, accosta i suoi dipinti agli scatti del talentuoso fotografo statunitense Ralph Gibson. Presente Megan Jones, agente consolare degli Stati Uniti d' America.

Curata da Achille Bonito Oliva, con il patrocinio della Venice International University, la rassegna mostra, attraverso 14 fotografie e 14 quadri, la costruzione di una dialettica tra sguardi artistici, linguaggi espressivi diversi, ma anche tra epoche distanti, come richiamato dal titolo stesso.

Antonia Di Giulio si concentra su una selezione di ritratti in bianco e nero di se stessa, realizzati nel 1988 da Gibson in una sessione fotografica a New York, un catalogo di sue recenti opere  curato da Achille Bonito Oliva, che raccoglie contributi di Phyllis Braff, critica d’arte per il New York Time.

L’ambasciatore Umberto Vattani e Mattia Carlin, membro del Consiglio direttivo dei Consoli onorari d'Italia, sono stati entusiasti del successo di pubblico, veneziano e internazionale, che ha ammirato la Mostra.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome