La Farnesina ha disposto un finanziamento di due milioni di euro a favore dell’Unicef, a valere sul Fondo Africa, per interventi a protezione dei minori migranti in Libia, anche tramite il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie nella zona di Tripoli.

Il progetto prevede la creazione di centri di accoglienza per ragazzi vulnerabili a Tripoli per garantire loro un posto sicuro insieme alle famiglie, nonché interventi nei campi della sanità e dell’igiene, tra cui specialmente il trattamento della diarrea infantile, tramite la fornitura di medicine, la riabilitazione di infrastrutture sanitarie e la depurazione dell’acqua nelle aree a rischio nella capitale libica.

“Da tempo promuovo le iniziative contro la diarrea infantile, che rappresenta la seconda causa di  morte nel mondo nei bambini sotto i 5 anni”, ha spiegato la Vice Ministra Emanuela Del Re. “Con questo progetto, la Farnesina interviene non solo per portare sollievo in un’area geografica in grande sofferenza, ma contribuisce anche a migliorare le condizioni e le prospettive di vita dei minori nel Paese, siano essi libici o migranti".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome