Alligatore. È questo il significato della parola Allapattah, nella lingua dei Seminole. Allapattah è un quartiere di Miami ed è stata chiamata, recentemente, anche la Little Santo Domingo, per la grande presenza di dominicano-americani. Una città di quasi 55.000 abitanti che recentemente ha realizzato anche un record da quasi 19 milioni di dollari. Un primato per quello che riguarda il prezzo di vendita di un edificio commerciale. Per la precisione $18,75 milioni che così ha cancellato il precedente, stabilito nel 2016, che aveva toccato i 16 milioni. Nulla di strano in una contea dove l'edilizia rappresenta una delle voci più importanti e sempre in crescita. Ma c'è un altro aspetto che rende questo record unico: è infatti totalmente italiano.

L'edificio, con terreno annesso, al 1101 e 1109 di Northwest 22nd Street è stato venduto dalla Miami Avenue Holding Company, una società che fa parte del portafoglio di Tonino Doino, imprenditore italiano, romano per la precisione, noto a Miami (e non solo) per essere proprietario di uno dei ristoranti più iconici di South Beach: 'Rosinella' (oltre che di Sunset Juice Cafe, Due Baci solo per nominare i più conosciuti). 'Rosinella' è una meta immancabile non soltanto per quegli italiani che in vacanza, lontani migliaia di chilometri da casa, necessitano della autentica gastronomia italiana, ma anche per i milioni di turisti, non importa da dove provengano, che vogliono mangiare bene, una volta sbarcati a Miami Beach.

La vendita del complesso di Allapattah rappresenta, si può dire ancora una volta, un esempio della grande abilità di Tonino Doino: infatti tra il 2012 e il 2016, l'aveva acquistata per 1,65 milioni di dollari ai quali poi ne aveva aggiunti altri 3 di milioni per un restauro parziale della proprietà. Adesso l'ha venduta alla Century Link, compagnia di telecomunicazioni basata a Monroe, in Louisiana, che serve 37 stati, con un guadagno netto di almeno 13 milioni di dollari. «Per me è una grande proprietà - aveva detto Doino in passato - appena l'ho vista l'ho comprata subito. Mi è piaciuta la posizione». Un intuito che ha fatto centro e che nel giro di pochi anni l'ha ripagato, ampiamente. La vendita di Allapattah ha avuto ampio risalto tra i media di Miami specializzati nel settore immobiliario che così hanno ripercorso il viaggio, da imprenditore, di Tonino Doino a Miami.

E 'Rosinella' rappresenta il punto centrale, o almeno quello di partenza e di maggior successo. Infatti se il primo ristorante aperto e gestito dalla famiglia è stato 'Sport Café', sempre a Miami Beach, era il 1993, ecco che quattro anni dopo è stata la volta di 'Rosinella' che oggi, 22 anni dopo, è il ristorante italiano con la storia più antica nella zona pedonale di Lincoln Road. E partendo dalla cucina tipica italiana, Tonino Doino ha allargato i suoi interessi, trasformandosi in fretta in un imprenditore di grande successo negli Stati Uniti, in diversi campi, dalla ristorazione a quello immobiliare, con un punto fermo: è un grande tifoso della Roma, da lui arrivano tutti i romanisti, celebri e no, e al Sunset Juice Café, c'è anche il privé dedicato al club capitolino, tutto giallorosso ovviamente.

Roberto Zanni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome