contraffazione nel mondo dei farmaci (foto depositphotos)

In Italia potrebbero essere presenti confezioni di quattro farmaci sprovvisti di bollino identificativo, e quindi - è il dubbio - di probabile provenienza illecita o addirittura fasulli. Lo stato di allerta è stato diramato dall'Aifa, l'agenzia italiana del farmaco, che ha invitato a prestare attenzione alle forniture di Neupro, Vimpat, Clexane e Spiriva dopo che le autorità inglesi - a seguito di un controllo a tappeto - hanno trovato appunto delle scatole non in regola.

Una notizia scioccante se si pensa alla salute di decine di migliaia di italiani affetti da parkinson, crisi epilettiche, o Bpco (broncopneumopatie croniche ostruttive). Questi farmaci infatti sono indicati per questi stati patologici ed una loro contraffazione potrebbe costituire pericolo potenzialmente mortale per coloro affetti da gravi disturbi di salute.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome