(foto depositphotos)

"E' la crisi più folle del mondo". Così Matteo Renzi, in un'intervista al quotidiano francese Le Monde, dove l'ex premier ha ribadito che "bisogna impedire il ritorno alle urne voluto da Salvini". Nel colloquio col foglio transalpino, l'ex segretario dem, attuale senatore, spiega "il suo tentativo di parlare con il M5S per cercare di evitare una catastrofe economica e una deriva estremista.

CRISI PER NON FARE LA MANOVRA
"L'Italia è abituata alle convulsioni governative ma quella innescata da Matteo Salvini è senza precedenti. Nessuno aveva mai provocato una crisi in piena estate per non dover fare la manovra" spiega Renzi.

FALLIMENTO GOVERNO E' EVIDENTE
"Questo governo ha promesso di cambiare tutto. Dopo un anno e due mesi, il suo fallimento è evidente. Viene dimostrato che i populisti, una volta al potere, sono incapaci, incompetenti. Per questo, il 20 agosto, voteremo la sfiducia. Quindi dovrebbe iniziare il percorso istituzionale previsto dalla Costituzione" prosegue l'ex presidente del Consiglio.

CARROCCIO? PERSEGUE LINEA DI ESTREMA DESTRA
Al giornalista che gli fa notare che oggi è aperto al dialogo con il M5S che, però, in passato  aveva definito "un movimento di estrema destra pericoloso per la democrazia e per l'Europa" e gli chiede se abbia cambiato idea, Renzi replica: "La situazione è cambiata un po'. La Lega sta perseguendo una linea di estrema destra, che considero inaccettabile, mentre il M5s sembra (si spera sia duraturo) aver cambiato orientamento".

5S? FORSE VOGLIONO PRENDERE DISTANZE DA LEGA
"Sembra - vedremo se questo accadrà davvero - che voglia prendere le distanze dalla follia della Lega" conclude l'ex leader del Pd.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome