(Depositphotos)

Buongiorno, Tengo 10 años, me llamo Juan Pablo Musetti, soy de Uruguay. Mi bisabuelo Augusto Musetti vino de Gragnana, Massa y Carrara, Italia, aproximadamente en 1907. Quiero saber el escudo de armas de Musetti y el origen del apellido. Espero que lo publiquen en el diario.

Caro Juan Pablo, innanzitutto mi fa molto piacere che tra i lettori di Gente d’Italia ci siano giovanissimi… attenti anche all’importanza della genealogia e della storia di famiglia. Per quanto riguarda le informazioni che posso darti, purtroppo sul sito Antenati http://dl.antenati.san.beniculturali.it/?q=- gallery non sono on line gli atti di stato civile di Gragnana, ci vorrà un pochino di tempo ma verranno inseriti e potrai vedere sino al XVIII secolo chi erano i tuoi antenati. Nel frattempo ti invio i dati storici riferiti al cognome.

Il cognome dovrebbe derivare da modificazioni del nome medioevale latino Musetus, del quale si ha un esempio a Pavia nella seconda metà del 1100 con Musetus domini regis Einrici notarius. Tracce di queste cognominizzazioni si trovano ad esempio a Sondalo in Valtellina in un atto del 1640 dove figura come sottoscrittore il Consigliere della città Isacco fu Francesco Musetti e nella prima metà del 1700 figura come Decano di Sondalo un Isacco fu Gasparino Musetti di Sommacologna. Il cognome si trova scritto anche con la doppia ss ovvero Mussetti e con questa grafia esiste una famiglia originaria del Piemonte.

Ebbe grande splendore fra la nobiltà, gli antenati della quale venuti già molti secoli prima in Piemonte, con la reputazione ottennero le più altre cariche della nobiltà piemontese. Una famiglia oriunda da Tortona fu molto importante nella città d’origine. Un Biagio fu senatore di Roma nel 1567; Bartolomeo suo figlio stabilì in Milano la propria casa, la quale dette un cavaliere di Malta, un maestro di campo, un questore straordinario, due giudici delle strade e diversi decurioni. Ebbe il feudo di Avalana nel Tortonese nel 1647; quello di Cerretto nel 1698; il titolo di marchesi di Avolana nel 1693. Della famiglia non si hanno più notizie dal 1768.

Il cognome Musetti ha un ceppo tra lo spezzino, il massese ed il lucchese, ed uno nel romano. In Italia c’è un centinaio di famiglie Mussetti diffuse in vari comuni e, per quanto riguarda le regioni, questi i dati: 64 in Lombardia, 29 in Piemonte, 3 in Toscana, 2 in Liguria. Fra i decorati al Valor Militare troviamo: nell’Esercito: Augusto (1919 Medaglia di Bronzo); Carlo (1916 Medaglia di Bronzo); Emone (1916 Medaglia di Bronzo); Enrico (1917 Medaglia d'Argento); Francesco (1953 Medaglia d'Argento); Giovanni (1913 Medaglia di Bronzo); Renato (1952 Medaglia di Bronzo). Nella Marina: Ilario (1940 e 1942 Croce di Guerra al Valor Militare); Loris (Croce di Guerra al Valor Militare).

Fra i Caduti della Prima Guerra Mondiale troviamo: Angelo di Giuseppe, nato a Lerici il 29-05- 1896; Carlo di Domenico, nato ad Ortonovo il 16-09-1847; Carlo di Giacomo, nato a Castelnuovo Magra il 6-03-1884; Cesare di Enrico, nato a Sabbioneta il 4-07-1895; Domenico di Battista, nato a Fivizzano il 14-07- 1880; Emilio di Francesco, nato a Casola in Lunigiana il 14-03- 1889; Emilio di Luigi, nato Casola in Lunigiana il 18-12-1896; Emone di Antonio, nato a Monchio il 18-03-1895; Ernesto di Giuseppe, nato Castelnuovo Magra il 6-8-1896; Ettore di Luigi, nato a Bagnone il 6-12-1898.

Pier Felice degli Uberti

Presidente Istituto Araldico Genealogico Italiano

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome