"La Federazione nazionale della Stampa italiana augura buon lavoro ad Andrea Martella, neo sottosegretario all'Editoria, nella certezza che la sua nomina segnerà l'avvio di una stagione caratterizzata da un confronto serio e costruttivo". Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi.

"Le criticità dell'editoria, settore che a livello globale attraversa una fase di profonda trasformazione che sta devastando il mercato del lavoro mettendo a rischio anche la sopravvivenza di numerose aziende, vanno affrontate con realismo mettendo in campo misure per sostenere il rilancio e contrastare la precarietà. È necessaria discontinuità, un approccio totalmente diverso rispetto a quello del precedente governo, viziato da un pregiudizio ideologico nei confronti dell'articolo 21 della Costituzione, che ha per questo cercato di colpire l'informazione professionale, indebolire il pluralismo con i tagli e i bavagli all'editoria più debole e meno strutturata, rendere il lavoro sempre più precario e meno garantito", proseguono Lorusso e Giulietti.

Il sindacato dei giornalisti, concludono i vertici della Fnsi, "è pronto a confrontarsi con il nuovo sottosegretario portando avanti, come ha fatto con tutti i governi che si sono succeduti, la volontà di sostenere l'informazione professionale e il pluralismo, che, come più volte ricordato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sono pilastri fondamentali per la tenuta democratica del Paese, e si augura di poter avviare da subito un nuovo percorso".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome