L'auto carbonizzata dopo lo schianto mortale.

Si recavano ad un raduno di auto d'epoca a bordo della loro Mini d'epoca, in quella che sembrava una soleggiata domenica di metà settembre. Tutto è cambiato quando l'uomo alla guida del veicolo, un 42enne di Orbassano, con a bordo sua figlia di appena sei anni, è stato tamponato da un'altra auto mentre, dopo una sosta in corsi di emergenza dell'autostrada Torino-Pinerolo, si accingeva a rientrare in carreggiata.

LA MOGLIE A BORDO DI UN'ALTRA AUTO LANCIA L'ALLARME
A lanciare l'allarme è stata la moglie del 42enne che viaggiava a bordo di una seconda Mini d'epoca, insieme con l'altra figlia, neonata, della coppia: la donna ha cercato disperatamente di prestare soccorso al marito ed alla figlia senza riuscirci, rimanendo ustionata. Sotto shock per l'accaduto, è stata trasportata in ospedale.

INTRAPPOLATI NELLA VETTURA IN FIAMME
Lo scontro è stato fatale per l'uomo e la bimba, rimasti intrappolati nella vettura che, dopo il terribile impatto, ha preso immediatamente fuoco. Inutili i soccorsi: padre e figlia sono morti carbonizzati. Il 55enne alla guida dell'altra vettura è riuscito, invece, a mettersi in salvo ed ora è ricoverato in ospedale dove è stato sottoposto ai necessari esami tossicologici. La Stradale ha inviato tutta la documentazione alla Procura di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome