Dopo lo stato di San Paolo anche quello di Rio de Janeiro. Una nuova iniziativa per rafforzare le relazioni con l'Italia lanciata nella sede della Assembleia Legislativa do Estado do Rio de Janeiro (Alerj) alla presenza del console generale italiano Paolo Miraglia Del Giudice. Durante la celebrazione, il console inoltre è stato insignito della Medalha Tiradentes, il riconoscimento più alto concesso dal Alerj.

La cerimonia è stata voluta per portare anche nello stato di Rio de Janeiro il Frente Parlamentar Brasil-Italia, organismo creato per volontà di André Ceciliano, presidente della Assembleia, che è anche cittadino italiano e che sarà presieduto dalla deputata Zeidan Lula. "Si tratta di una bellissima notizia per l'Italia - ha commentato il console Del Giudice - e un riconoscimento importante del ruolo svolto dalla comunità italiana nello stato di Rio de Janeiro, dove ha radici storiche molto profonde".

Una simile iniziativa era già stata istituita dalla Assembleia Legislativa de Estado de São Paulo (Alesp) lo scorso giugno e che nel giro di pochi mesi è stato replicata in quella che la città più conosciuta del Brasile. "Sono assolutamente certo - ha continuato il console - che il nuovo Frente darà un importante contributo allo sviluppo delle relazioni politiche, economiche e culturali tra l'Italia e lo stato di Rio de Janeiro, agendo in sinergia e in collaborazione con il Consolato Generale e l'intero Sistema Italia a Rio".

L'incontro tra i rappresentanti politici dello stato di Rio de Janeiro e il primo rappresentante dell'Italia nello stato ha toccato diversi temi, che poi saranno approfonditi nel proseguo dell'attività del Frente, ma un aspetto particolare ha avuto anche la consegna della Medalha. "Sono estremamente onorato - ha concluso Del Giudice - nel ricevere questo importante riconoscimento dallo Stato di Rio de Janeiro e lo interpreto come un atto di grande amicizia con l'Italia e desidero dedicarlo a tutta la comunità italiana che risiede nello stato".

Sandra Echenique

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome