Se parliamo di eccellenza italiana in Uruguay non possiamo dimenticare Juan Veltroni, un fiorentino che nel 1907 ad appena 27 anni fu contrattato dal politico uruguaiano più importante del XX secolo: José Battle y Ordonez.

È stato un architetto molto prolifero, che ha realizzato centinaia di opere tra cui decine di monumenti storici come il palazzo del Banco Republica, l'Hotel del Prado, la sede del Ministero della Salute o lo splendido palazzo del Jockey Club.

Stefano Casini ha intervistato il nipote di questo mitico personaggio, che ha lasciato la sua impronta in tutto il paese. Un italo-uruguaiano che si chiama proprio come il suo illustre nonno: Juan Veltroni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome