Il logo del massimo campionato di calcio di serie A.

Archiviato il turno infrasettimanale, è già tempo di pensare all’undicesima giornata, che oggi prevede tre anticipi di grande interesse e grande peso per la classifica: Roma-Napoli, Bologna-Inter e Torino-Juventus.

ROMA-NAPOLI oggi, ore 15

Roma Fazio è squalificato quindi dovrebbe esserci l’esordio da titolare del 22enne turco Cetin, già subentrato per alcuni minuti nelle sfide contro Milan e Udinese. Rispetto alla partita del Friuli, è atteso il rientro di Spinazzola in difesa.

Napoli In panchina all’Olimpico non ci sarà Carlo Ancelotti, squalificato, ma il figlio Davide. Manolas e Hysaj si sono allenati in gruppo, quindi saranno a disposizione, con il primo che potrebbe anche rientrare dall’inizio dopo l’infortunio. Allan, finito k.o. durante la gara con l’Atalanta, è stato sottoposto ieri ad accertamenti che hanno evidenziato "un trauma distorsivo del ginocchio destro con interessamento del tendine popliteo".

BOLOGNA-INTER oggi, ore 18

Bologna Buone notizie per Mihajlovic: Medel è tornato ad allenarsi in gruppo per la prima volta dopo l’infortunio muscolare patito in nazionale e ha buone possibilità di trovare un posto tra i titolari (è in vantaggio su Dzemaili). Ballottaggio tra Denswil e Bani in difesa.

Inter Antonio Conte lo aveva detto: giocheranno sempre gli stessi. E così sarà, a meno di sorprese. È possibile però che, rispetto a Brescia, Biraghi venga preferito ad Asamoah come esterno sinistro. Confermatissima la coppia d’attacco Lukaku Lautaro.

TORINO-JUVENTUS stasera, ore 20.45

Torino Mazzarri sarà in panchina dopo la squalifica, il giudice sportivo ha però fermato Nkoulou; al suo posto è pronto Lyanco. Si va verso la conferma del 3-5-2 con Verdi in pole per l’attacco; dubbio Djidji-Bremer, torna Ansaldi. Rincon ancora out per noie muscolari.

Juventus Anche Rabiot salterà il derby per squalifica. Tra i pali invece tornerà Szczesny. Higuain ieri si è allenato e ci sarà. Pjanic ha lavorato a parte: decisive le prossime ore, se starà bene potrà anche partire titolare, altrimenti il play sarà Bentancur. Alex Sandro leggermente favorito su De Sciglio a sinistra in difesa, Bernardeschi dovrebbe avere la meglio su Ramsey.

ATALANTA-CAGLIARI domenica, ore 12.30

Atalanta Gasperini dovrebbe fare turnover. Conferma per Kjaer e ritorno di Masiello in difesa, Gosens dovrebbe essere preferito a Hateboer sulla fascia sinistra, è possibile che rifiati anche il Papu Gomez, con Malinovskyi pronto a fare il trequartista dal primo minuto.

Cagliari Fatta eccezione per i tre davanti (Nainggolan, Joao Pedro e Simeone), Maran dovrebbe cambiare un po’ negli altri reparti: Cacciatore e Lykogiannis sono favoriti su Faragò e Ceppitelli, in mezzo al campo dovrebbe partire dall’inizio Ionita, mentre Cigarini è in ballottaggio con Oliva.

GENOA-UDINESE domenica, ore 15

Genoa Thiago Motta perde Marchetti e Cassata, squalificati dal giudice sportivo. Aggregati Masini e Rovella dalla Primavera. Rispetto alla partita con la Juventus, dovrebbero trovare posto tra i titolari Radovanovic e Gumus. Possibile il cambio di modulo (4-2-3-1).

Udinese La squadra è già in ritiro. Dopo 11 gol presi in due partite, Tudor è a un passo dall’esonero. In attesa di scegliere il sostituto, in panchina a Genova ci potrebbe essere il suo vice Luca Gotti. In questo contesto, è difficile capire però chi potrà scendere in campo. Ci potrebbero essere dei cambiamenti.

LECCE-SASSUOLO domenica, ore 15

Lecce Tachtsidis è squalificato, torna Mancosu come trequartista alle spalle di Falco e Lapadula (che è in vantaggio su Babacar). Liverani ha un dubbio anche in difesa: Meccariello o Rispoli.

Sassuolo De Zerbi, con sei giocatori indisponibili, ha in mente alcuni cambi nella formazione titolare, un po’ in tutte le zone del campo: Marlon e Muldur dovrebbero trovare posto in difesa, Locatelli e Obiang a centrocampo, mentre Traore è favorito su Defrel.

VERONA-BRESCIA domenica, ore 15

Verona Squadra che vince si cambia il meno possibile. Juric sta pensando di inserire soltanto Zaccagni al posto di Salcedo, mentre Stepinski è in vantaggio su Di Carmine per giocare in attacco.

Brescia Dopo aver avuto buone indicazioni nella partita contro l’Inter, soprattutto nel secondo tempo, Corini insisterà con il nuovo modulo (3-5-2) e con ogni probabilità anche con la coppia d’attacco Balotelli-Donnarumma. Un dubbio in difesa tra Gastaldello e il giovane Mangraviti. Conferma per Alfonso in porta (ancora terapie per Joronen), mentre si è rivisto Magnani: domani si deciderà se convocarlo.

FIORENTINA-PARMA domenica, ore 18

Fiorentina Montella torna in panchina dopo la squalifica. Con Pezzella fermato dal giudice sportivo, spazio a Ceccherini al centro della difesa. Ribery sconterà il secondo turno di stop, in avanti Vlahovic favorito su Boateng. In mezzo al campo dovrebbe essere confermato Sottil.

Parma D’Aversa non dovrebbe cambiare troppo la formazione rispetto alla partita persa contro il Verona. Dovrebbe tornare Scozzarella dal 1’ al posto di Brugman. Barillà e Karamoh in vantaggio su Hernani e Sprocati.

MILAN-LAZIO domenica, ore 20.45

Milan I rossoneri torneranno ad allenarsi oggi dopo la sfida contro la Spal. È probabile che Pioli, contro la Lazio, cambi qualcosa, inserendo Calabria, Biglia, Krunic e Bonaventura. Da valutare le condizioni di Musacchio, uscito acciaccato dopo il primo tempo.

Lazio Leiva si è allenato regolarmente e sarà in campo a San Siro. Immobile si è lussato un dito, ma la sua presenza non è in dubbio. Al suo fianco ci sarà Correa. Patric e Radu in vantaggio su Luiz Felipe e Bastos.

SPAL-SAMPDORIA lunedì, ore 20.45

Spal La squadra, tornata nella notte a Ferrara dopo la partita con il Milan, si ritroverà oggi per gli allenamenti. Semplici valuterà le condizioni di alcuni giocatori per decidere se apportare delle variazioni alla formazione.

Sampdoria Buone notizie da Linetty, che è tornato con il gruppo, mentre lavora sempre a parte Seculin. Ranieri potrebbe cambiare modulo, passando al 4-3-1-2. Ramirez favorito su Jankto per il ruolo di trequartista e Gabbiadini dovrebbe avere la meglio su Bonazzoli per affiancare Quagliarella in attacco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome