L'Italia dei campanili non si ferma neanche davanti alle calamità naturali. Così in questi giorni di allerta maltempo impazza sui social una tenzone tra chi 'tiene' per il nubifragio a Matera e chi per l'acqua alta a Venezia. Con una disputa che ha il sapore del 'Sud contro Nord' e in alcune variabili anche di 'maltempo di sinistra', quello di Matera, contro il meteo avverso a Venezia che, considerando la Regione da anni governata dai leghisti, diventa 'destra', nelle intenzioni degli opinionisti del web. Tra post e commenti su Twitter e Facebook serpeggia tra molti utenti la convinzione che Venezia sia una città '"coccolata dalla destra" ma anche dalla stampa mainstream con raccolta di fondi e continui appelli "a non abbandonarla", mentre Matera, nonostante sia capitale della cultura, resta la cenerentola di cui "prende le difese la sinistra".

"Non è Venezia è Matera, Basilicata, e ho detto tutto", dice Savio postando la foto di una strada tra i sassi trasformata in fiume. "Danni ingenti a tutto il sud ma pare non importi a nessuno", scrive un altro account. E Mike tuona: "Non me ne frega un c... di #Venezia, tutti si mobilitano: soldi alle aziende, soldi ai cittadini, IBAN per raccolta fondi in tutti i tg. In questa foto non è ritratta Venezia, bensì #Matera! Non se ne è preoccupato nessuno! Il #Maltempo al sud non fa rumore!". Gli strali dei pro Matera sono un fiume in piena e se la prendono con i politici, anche con Salvini che, secondo Luisa, "preferisce farsi fotografare nell'acqua alta di Piazza San Marco. Perché del sud non gliene frega nulla, lo ribadisco ai meridionali che lo osannano".

Qualcuno azzarda anche previsioni tipo "tanto Venezia è destinata a essere sommersa meglio salvare Matera", altri se la prendono con Mara Venier che a Domenica In "parla di Venezia perché è veneziana". E dopo questa ondata di indignazione arriva anche il post del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. "Venezia è nel dramma, ma non solo Venezia. Altre città e Regioni sono state travolte dal maltempo. Penso alla Basilicata con Matera, la capitale europea della cultura, penso alla Puglia, alla Calabria, alla Sicilia. E nessuno ne parla Nessuno -scrive Di Maio in un post su Facebook puntando il dito contro quello che considera una sorta di black out mediatico a sfavore del maltempo al sud - Non esistono regioni di serie B, dobbiamo occuparci di ogni singolo italiano, di ogni singola famiglia, di ogni singolo lavoratore, di ogni singolo commerciante. L'Italia sia unita, perché unita trova la sua forza".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome