Al centro Aldo Lamorte, a sinistra la sorella (notaio), a destra il presidente del Maie Merlo

C’è chi predica bene e poi razzola male. Chi con le parole ammalia, ma, alla prova dei fatti, viene meno. La storia, si sa, è piena di persone con queste caratteristiche. Come, per esempio, il signor Aldo Lamorte, consigliere del Maie. Una delle questioni che più sta a cuore a questo giornale è la vicenda legata al nuovo consolato. Bene, la nostra posizione è stata chiara sin dall’inizio: la cittadinanza uruguaiana va aiutata in altro modo, come per esempio velocizzare le pratiche per i passaporti e la cittadinanza. Una volta sburocratizzato il tutto, ben venga anche questo oramai famoso consolato. Ma ripetiamo, al momento si tratta più che altro di una perdita di tempo e di denaro.

Andiamo però oltre. Lamorte è uno dei grandi promotori di questo consolato: in questa maniera, il suo pensiero, la gente può evitare lunghe file, magari sedersi anche comodamente… E veniamo dunque all’incipit di questo articolo, perché ha predicato bene dunque con la sua lungimirante riflessioni di cui sopra. Ma allora perché ha razzolato male? Perché mentre cerca di convincere la cittadinanza della bontà del progetto (ah cosa non si fa per i voti…) lui scavalca tutti. Altro che file!!

In che senso? La sorella di Lamorte e i di lei familiari, in quattro e quattr’otto hanno ricevuto il passaporto. Insomma, della serie armiamoci (facciamo il consolato) e partite (cari cittadini, voi mettetevi in fila che a me penso io). Una vicenda che noi ripetiamo, per non esagerare, antipatica. Perché crediamo che Lamorte dovrebbe per prima cosa avere a cuore la gente che lo ha votato e gli ha consentito di ricoprire un ruolo importante per gli italiani all’estero. Crediamo, inoltre, che anche la sorella (ricordiamo anche lei a elezioni) avrebbe potuto usufruire del consolato e mettersi in fila come chiunque. Ma si sa, nel mondo ci sono figli e figliastri. O in questo caso, familiari e gente comune…

C'era da aspettarselo... E chissá cosa ci riserverá ancora il signor Lamorte... Perché promette e non mantiene, acquista 17 pagine pubblicitarie e non le paga, si fa intestare terreni mentre vende immobili diversi da quelli che ha presentato, dice di voler aiutare la collettivitá ad accelerare le pratiche per il rilascio di passaporti e poi per i suoi familiari usa le corsie preferenziali... Lamorte, ci ascolti, si dia una calmata... Lei predica bene e... Razzola maie, pardon male...

REDAZIONE CENTRALE

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome