(foto depositphotos)

Un taglio del cuneo fiscale. È questa l'ipotesi alla quale sta lavorando il governo e che oggi è stata illustrata al tavolo con i sindacati in un incontro tenutosi a Palazzo Chigi.

In particolare, l'idea è quella di un taglio che interesserà i redditi fino a 40mila euro, arrivando a 100 euro al mese per chi guadagna fino a 28mila euro, per poi scendere con un doppio sistema di decalage. Dopo i 28mila euro e fino ai 35mila, la riduzione delle tasse calerebbe gradualmente fino ad arrivare a 80 euro al mese.

Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri ha spiegato che il taglio del cuneo fiscale sarà erogato "ogni mese", partirà "dal primo luglio e consentirà di aumentare fino a "100 euro lo stipendio netto, estendendo la platea a più di 4 milioni di lavoratori", rispetto a chi già riceveva il bonus Irpef varato dal governo Renzi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome