Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (depositphotos).

Luigi Di Maio non è più il leader politico del Movimento 5 Stelle. Le sue dimissioni sono arrivate nel pomeriggio, nel corso della presentazione dei facilitatori regionali a Roma. “Si chiude un’era” ha commentato il ministro degli Esteri. “Il mio compito di organizzazione sul territorio è concluso, adesso s’intraprende il cammino verso gli stati generali”.

Di Maio ha dichiarato di aver “salvaguardato il Movimento da trappole e approfittatori”  e che “i peggiori nemici si nascondono all’interno”. Ciò nonostante, ha aggiunto, “mi fido di chi verrà dopo di me”. Il riferimento è a Vito Crimi, cui è stato ceduto il testimone.

L’ormai ex numero uno pentastellato assicura che “il governo avanti” e che “i risultati si vedranno al termine della legislatura. Ma, ora, è il momento di rifondarsi”.

Su Facebook ha poi specificato che “ci sarò e non mollerò mai. Ci sarò sui territori, ci sarò al lavoro per l’Italia, ci sarò per tutti coloro che avranno bisogno di sostegno”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome