Fonte Depositphotos

Alitalia ha tenuto una conferenza stampa a Buenos Aires per annunciare la conferma dei collegamenti commerciali tra Italia e Argentina sottolineando anche la continuità di 72 anni di operazioni ininterrotte tra Roma Fiumicino e Buenos Aires Ezeiza. Presenti all'appuntamento Nicola Bonacchi, vice presidente delle vendite internazionali, Benedetto Mencaroni, direttore regionale per le Americhe, Tommaso Fumellì, responsabile di Argentina e Cile e Natalia Balado del dipartimento comunicazione e marketing. Attualmente il collegamento è effettuato con Boeing 777 con tre classi, Economica, Premium e esecutiva 'Magnifica'. Tra le principali novità annunciate la nuova linea Milano Malpensa-Narita (Giappone), con quattro voli la settimana a partire da marzo e fino a ottobre. Si tratta di un importante collegamento anche per la clientela proveniente dall'Argentina. Per quello che concerne invece direttamente il prodotto argentino, ribadita la 'Tarifa Light', da Buenos Aires all'Italia: si tratta della classe economica con solo bagaglio a mano. A questa si è aggiunta la nuova Economy Classic Plus che permette vantaggi, nell'arco di 12 mesi, permettendo anche modifiche della data senza addebito, prima e dopo la partenza. Per quello che invece concerne la prenotazioni di gruppi, c'è la piattaforma online 'GSO Connect' con la possibilità di riservare su tutte le destinazioni di Alitalia nel mondo. A conclusione dell'incontro, i rappresentanti di Alitalia hanno voluto soffermarsi in modo particolare sulla validità e continuità dell'accordo di code-share con Aerolineas Argentinas, che è stato siglato nel 2017. Una partnership che impegna entrambe le compagnie a coordinare sforzi commerciali al fine di rendere disponibili per i passeggeri collegamenti sempre migliori sulla rotte Buenos Aires-Roma e viceversa e 75 destinazioni in Italia, Europa e Medio Oriente da un lato e Argentina e Sud America dall'altro. In questo modo i viaggiatori provenienti da entrambi i Paesi hanno un ventaglio di possibilità sempre maggiori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome