Venti arresti e carcere sempre evitato grazie, se così possiamo dire, a dodici gravidanze. “Mamma furto”, una trentatreenne specializzata in borseggi, alla fine è stata arrestata e questa volta dovrà scontare 30 anni.

“Nata nel Casertano ma di origini bosniache, ha iniziato a delinquere sin da bambina. La donna sapeva che se sorpresa in stato interessante avrebbe evitato il carcere e così è andata avanti per diversi anni. Una storia che ricorda quella di Sophia Loren e Marcello Mastroianni nel film di De Sica L'oro di Napoli. Questa volta, però, lo stratagemma della 33enne non è servito per sottrarsi alla cattura. A seguito dell’ultimo provvedimento emesso lo scorso 29 maggio dal Tribunale di Milano, la donna s’era rifugiata con i suoi figli in un appartamento a Torvaianica”.

“Dopo accurate indagini i carabinieri della locale Stazione l’hanno rintracciata mentre passeggiava sul lungomare con l’ultimo figlioletto. Alla vista dei militari, ‘mamma furto’ ha riferito che stava per costituirsi. Dai successivi controlli, i carabinieri hanno accertato che in questi ultimi anni la donna aveva fornito spesso nomi diversi. Questa volta la 33enne è stata arrestata e rinchiusa nel carcere di Rebibbia dove sconterà un cumulo di 12 sentenze per una somma complessiva di 30 anni di reclusione”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome