Foto_giornale

Un avvertimento severo, quello del direttore Tedros Adhanom Ghebreyesus che arriva proprio mentre si allentano le misure di blocco imposte in quasi tutti i paesi del mondo per arginare la diffusione del virus. Severo ma necessario a non allentare l’allerta. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha invitato, infatti, paesi e individui a rimanere estremamente vigili, osservando che il virus continua a diffondersi rapidamente.

"Il mondo è in una nuova e pericolosa fase", ha detto il direttore dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Molte persone sono comprensibilmente stufe di blocchi e chiusure. I paesi sono comprensibilmente desiderosi di aprire le loro società ed economie, ma il virus si sta ancora diffondendo rapidamente, è ancora mortale e la maggior parte delle persone è ancora esposta al rischio di contagio", ha avvertito Ghebreyesus. Giovedì scorso , e’stato registrato un nuovo record giornaliero.

Quasi la metà di questi casi sono stati segnalati dalle Americhe, con un gran nu- mero, anche dall'Asia meridionale e dal Medio Oriente. "Chiediamo a tutti i paesi e tutte le persone di esercitare un'estrema vigilanza", ha affermato Tedros. Continuando a mantenere le distanze sociali e rimanere a casa se si avvertono sintomi. Il direttore dell’OMS ha invitato tutti a "Continuare a coprire naso e bocca quando si tossisce", ad "indossa- re una maschera quando è il caso" e "continua a lavarsi frequentemente le mani". "Continuiamo a chiedere a tutti i paesi di concentrar- si sulle norme igieniche e di prevenzione basilari" ha sottolineato. "Isolare, testa- re e prendersi cura di ogni caso. Tracciare e mettere in quarantena ciascun individuo possibilmente infetto"

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome