Depositphotos

Estate all'insegna del "Vino Buono" all'Istituto Italiano di Osaka dove il 18 luglio partirà un nuovo seminario per conoscere meglio il vino italiano e come valorizzarne il consumo, divertendosi. Il seminario proseguirà sino al 5 settembre con un appuntamento al mese, a cura di Taku e Yasuhiro, i quali terranno degli incontri vivaci e al tempo stesso istruttivi, che aiuteranno ad apprezzare maggiormente il vino italiano nell'uso di tutti i giorni. Il seminario si sarebbe dovuto tenere dal mese di aprile ma è stato rimandato a causa dell'emergenza coronavirus.

Ecco dunque i nuovi appuntamenti: sabato 18 luglio, dalle ore 11:40 alle 13:10, sarà presentato il fascino del vino dell'Italia settentrionale, che cresce in una terra relativamente fresca ai piedi delle Alpi; sabato 22 agosto, alla stessa ora, si parlerà di vini con molte variazioni, dell'Italia centrale con i suoi Appennini e delle terre che si affacciano sull'Adriatico; infine chiuderà il trimestre sabato 5 settembre un focus sulle varietà di vini del Sud Italia e l'effetto del clima mediterraneo sulla loro natura. Il seminario, a pagamento, si svolgerà in lingua giapponese. È richiesta la prenotazione direttamente attraverso l'IIC con 5 giorni di anticipo.

"La Fondazione Italia Giappone - ricorda l'Advisor Mattia Carlin - è stata istituita dal Ministero degli Affari Esteri nel 1999 con l'obiettivo di affiancare la sua azione di approfondimento delle relazioni tra Italia e Giappone e di promuovere l'immagine dell'Italia in Giappone e del Giappone in Italia attraverso iniziative in campo culturale, scientifico ed economico. Svolge la sua attività in collaborazione con la Farnesina, l'Ambasciata d'Italia a Tokyo e gli Istituti Italiani di Cultura. Per questo motivo: felicitazioni per questa iniziativa che valorizza le nostre eccellenze italiane come il vino italiano, in Giappone, con approccio di diplomazia culturale o potere morbido" .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome