Depositphotos

La Juventus conquista il nono scudetto di fila, il primo dell’era Maurizio Sarri. Contro la Sampdoria, nel deserto dell’Allianz Stadium, i bianconeri non steccano. Il gol è scudetto è firmato dal solito Cristiano Ronaldo, che sblocca il match al sesto minuto di recupero del primo tempo. Punizione di Pjanic dal limite a cercare orizzontalmente CR7, piattone dell’asso portoghese e palla alle spalle di Audero. Al 66’ il raddoppio griffato Bernardeschi: tiro di Ronaldo, respinta corta del portiere blucerchiato e tap in vincente dell’ex Fiorentina. Nel finale, a tricolore ormai acquisito, l’ex Real e United si concede anche il lusso di sbagliare un calcio di rigore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome