foto depositphotos

La Commissione Europea ha firmato un secondo contratto per un potenziale vaccino anti Covid. Il contratto riserva fino a 300 milioni di dosi del vaccino sviluppato da Sanofi e GSK. Inoltre, "gli Stati membri possono donare dosi riservate ai paesi a reddito medio e basso", ha affermato la Commissione in un comunicato stampa, e le due società "si adopereranno per fornire una parte significativa della loro fornitura di vaccini attraverso una collaborazione con il Covid -19 Vaccines Global Access (COVAX) facility (...) in modo tempestivo. "" Con il contratto odierno con Sanofi-GSK, la Commissione europea dimostra ancora una volta il suo impegno a garantire un accesso equo a vaccini sicuri, efficaci e convenienti non solo per i suoi cittadini, ma anche per le persone più povere e vulnerabili del mondo ", ha affermato la presidentessa della Commissione Ursula von der Leyen. Questo fa eco a quanto ha detto nel suo primo discorso sullo stato dell'Unione, quando ha affermato che "il nazionalismo vaccinale mette a rischio vite umane. La cooperazione sui vaccini li salva ". "Con diversi paesi in Europa che stanno vivendo nuovi focolai dopo il periodo estivo, un vaccino sicuro ed efficace è più strumentale che mai per superare questa pandemia e i suoi effetti devastanti sulle nostre economie e società", ha affermato Stella Kyriakides, Commissario per la salute e la sicurezza alimentare. "Questo secondo accordo è un'altra pietra miliare nella nostra strategia dell'UE sui vaccini", ha affermato Kyriakides. "Oggi stiamo ampliando le nostre possibilità per garantire che i cittadini dell'UE e i cittadini di tutto il mondo possano riprendere gradualmente la vita quotidiana e sentirsi di nuovo al sicuro". GSK e Sanofi "hanno avviato uno studio di fase 1/2 a settembre", ha affermato la Commissione, con una fase 3 studio previsto entro la fine dell'anno. "In caso di successo, e soggette a considerazioni normative, le aziende mirano ad avere il vaccino disponibile entro la seconda metà del 2021". La Commissione ha già un contratto con AstraZeneca per il suo vaccino, ed è in discussione con altri produttori di vaccini "con cui ha concluso colloqui esplorativi".

MARGARETH PORPIGLIA

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome