Foto Depositphotos

“Il governo giallo rosso deve riconoscere il diritto degli italiani residenti all'estero di poter rientrare in Italia, un diritto connesso alla cittadinanza che non può essere negato nel rispetto delle regole precauzionali, compresa la quarantena, per impedire i contagi da Coronavirus”.

È quanto dichiara in una nota il deputato italo-brasiliano della Lega Luis Roberto Lorenzato, componente della commissione Esteri della Camera, che contesta le restrizioni decise dal Governo per contenere l’epidemia da coronavirus.

“Lo scorso 7 ottobre – scrive Lorenzato – il Consiglio dei Ministri ha deciso l'estensione dello stato di emergenza al territorio nazionale. Perciò non tutti i cittadini italiani residenti all'estero, iscritti all'AIRE, possono prendere un aereo e tornare in Italia. È quindi vietato se provieni dal Brasile e dai Paesi inseriti nell'elenco f come Cile e Perù”.

Secondo Lorenzato è “una follia”, perché “un italiano residente in Brasile può rientrare in Portogallo, Francia e altri Paesi dell'Unione Europea ma non in Italia”. Per questo il deputato chiede al Governo di “intervenire immediatamente”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome