“Gli imprenditori italiani sono molto interessati a investire in progetti di partecipazione pubblica privata nel settore delle energie rinnovabili in Argentina“. Lo ha dichiarato l’ex ministro Rodolfo Barra. “Le relazioni tra i due Paesi – ha aggiunto – stanno attraversando un ottimo momento per cui si dovrebbe aprire un dialogo più fluido al fine di catturare quegli investimenti che interessano agli uomini d’affari dell’Italia“.

Attualmente in Argentina sono stati annunciati investimenti in energia rinnovabile per circa 7.000 milioni di dollari. “L’Argentina ha un grande bisogno di investimenti – ha continuato Barra che è ora candidato per il Senato italiano – e in Italia c’è volontà per questo”.

Barra ha anche sottolineato che dal 2016, con l’arrivo al potere di Cambiemos, il presidente Macri, si è impegnato nella diffusione in Italia, del sistema legale argentino, come le concessioni di lavori pubblici attraverso i progetti di Participacion Publico Privada (PPP). Rodolfo Barra, avvocato, è stato Ministro della Corte Suprema de Justicia de la Nacion tra il 1989 e il 1993 e poi ancora Ministro de Justicia nel periodo tra il 1993 e il 1996 e ha già organizzato un paio di congressi sul PPP in Italia l’anno scorso al quale hanno preso parte imprenditori e funzionari argentini al fine di stabilire contatti per progetti futuri.

“Gli italiani sono molto interessati in opere di infrastruttura in Argentina – ha ribadito – in modo particolare energia rinnovabile e ambiente”. Uno dei progetti di Barra, se dovesse venire eletto il prossimo 4 marzo in Italia, riguarda la creazione in Argentina e altri Paesi del Sudamerica di una rete di scuole italiane, come la Cristoforo Colombo, con insegnamento bilingue.

“Vogliamo che questi istituti – ha concluso – che dovrebbero essere finanziati dal Governo italiano, siano formativi e che possano attirare cittadini a basso reddito, con borse di studio”.

Sandra Echenique