Donald Trump

Pioggia di critiche sulla proposta del presidente statunitense Donald Trump di armare gli insegnanti contro il pericolo di nuove stragi nelle scuole americane. Incontrando i sopravvissuti della strage della scorsa settimana al liceo di Parkland, in Florida, l'inquilino della Casa Bianca ha dichiarato che il 20% dei docenti "potrebbe essere addestrato a portare con sé armi nascoste". La prima obiezione è stata mossa da Nicole Hockley, madre di un bambino di sei anni ucciso nel 2012 nella scuola Sandy Hook e presente anche lei all'incontro di ieri con il presidente americano: "Parliamo di prevenzione. C'è così tanto che possiamo fare prima di arrivare a questo punto" ha detto.

LE ACCUSE DELLA FEDERAZIONE DEGLI INSEGNANTI
Quindi è stata la presidente della Federazione americana degli insegnanti, Randi Weingarten, a condannare la proposta di Trump: "Sono disgustata da quelli che eseguono gli ordini della lobby delle armi, e da quelli come il presidente e il segretario all'istruzione Betsy De Vos che vogliono una corsa agli armamenti, trasformando le scuole in fortezze militarizzate con insegnanti armati". Chiunque voglia portare le armi nelle scuole non capisce cosa succede dentro le scuole, o peggio non gli importa" ha sbottato Weingarten.

IL NO DELLA NATIONAL EDUCATION ASSOCIATION
Anche la presidente della National Education Association, Lily Eskelsen Garcia, ha dichiarato che portare armi nelle scuole non le renderebbe più sicure: "I nostri studenti hanno bisogno di più libri, più programmi artistici e musicali, più infermieri e consulenti, non hanno bisogno di più pistole nelle loro classi - ha detto in un comunicato riportato dalla Cnn - i genitori e gli educatori respingono a grande maggioranza l'idea di armare il personale scolastico".

L'IDEA DI TRUMP ATTACCATA SUI SOCIAL
L'idea di Trump è stata attaccata anche sui social media. "La proposta di Trump durante la sua 'sessione di ascolto' di armare gli insegnanti e portare più armi nelle nostre scuole va oltre l'assurdo. È come dire che la soluzione al cancro ai polmoni è fumare più sigarette", ha scritto Eugene Gu, che si vanta di aver avuto il proprio account Twitter bloccato da @realDonaldTrump.

LE CRITICHE DEL CANTANTE JOHN LEGEND
Anche il cantante e compositore John Legend, spesso critico nei confronti del Presidente, ha scritto: "Non paghiamo i nostri insegnanti a sufficienza per insegnare. Ora questi sciocchi vogliono che raddoppino come sicurezza armata, mentre i nostri bambini sono la generazione di esercitazione di chi spara". Contattata dalla Cnn, una sopravvissuta al massacro della scorsa settimana, Isabela Barry, ha detto di non essere d'accordo con Trump: "Credo che armare gli insegnanti sia come combattere il fuoco con il fuoco. Credo che non arriveremo a nulla se continuiamo ad accumulare armi da fuoco".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome