La protesta dei lavoratori della Embraco

Buone notizie dall'incontro al ministero dello Sviluppo economico col ministro Carlo Calenda. Il licenziamento dei lavoratori Embraco di Riva di Chieri, come ha confermato il rappresentante Fiom Lino La Mendola, è infatti "congelato".

“Abbiamo conferma sul congelamento delle lettere di licenziamento per il 2018 in attesa della reindustrializzazione”, ha detto La Mendola. “La copertura salariale dovrebbe essere piena per quest’anno”.

E dopo? “Ci aspettiamo che ci sia una soluzione anche dal 1 gennaio 2019, nessun lavoratore deve essere cacciato contro la sua volontà. In ogni caso noi i licenziamenti non li firmiamo”.

Intanto al Sermig di Torino ribadita la solidarietà ai lavoratori Embraco dai lavoratori delle fabbriche metalmeccaniche locali. Presenti all'incontro i segretari di Fim, Fiom e UilmBentivogli, Re David e Palombella. Il prossimo 13 marzo sciopero generale.