Una visita italiana alla Sheppard Air Force Base di Wichita Falls in Texas. Una delegazione guidata dall’ambasciatore a Washington D.C. Armando Varricchio e composta dal console generale Elena Sbarbi e dall’Addetto per la Difesa e la Cooperazione, il generale Luca Goretti. Durante la visita la delegazione si è incontrata con istruttori e studenti piloti appartenenti al programma Euro-NATO Joint Jet Pilot Training (ENJJPT) che, ogni anno, ha una media di una trentina di rappresentanti italiani che vi partecipano.

“Gli ufficiali italiani qui e i loro istruttori – ha dichiarato Varricchio costituiscono una lunga tradizione di presenze in questa base per un programma che ha cominciato a svilupparsi dagli anni Ottanta. Si tratta di una attività reciprocamente vantaggiosa: i nostri politi portano le loro conoscenze e, allo stesso tempo, hanno la opportunità di incontrare colleghi e condividerne le esperienze”.

Infatti ogni volta che un pilota italiano conclude il suo addestramento nella base statunitense, rientra in patria anche con un legame più forte con i colleghi americani.
“Quando tornano alle loro unità- ha aggiunto continuando a parlare del programma- i piloti portano con loro non solo le competenze, ma relazioni che rappresentano il miglior collegamento possibile tra le due nazioni, Italia e Stati Uniti“.

Lavorando e volando a stretto contatto con i piloti statunitensi e delle altre nazioni della NATO si cementa infatti il rapporto tra le nazioni. “E in quelli che sono gli scenari più difficili – ha sottolineato ancora il diplomatico quello che fanno ogni giorno accentua questa eccellente cooperazione. Come ambasciatore negli Stati Uniti sono orgoglioso di quello che fanno quotidianamente”. E incontrando i piloti italiani Varricchio ha voluto mostrare il pieno appoggio che hanno dall’Italia.

Caterina Pasqualigo