Ergastolano in permesso premio accoltella 79enne per rapina. Fermato dalla polizia (foto di repertorio).

Agguato mortale a Reggio Calabria: una coppia di amanti, che si era appartata in macchina, è stata bersagliata dai proiettili esplosi da un commando killer. La donna, Fortunata Fortugno, 48 anni, colpita alla testa è deceduto all’istante, l’uomo, Demetrio Lo Giudice, 53 anni, è stato ferito al braccio. Coinvolto nell’operazione “Eremo” e ritenuto dagli investigatori elemento di spicco dell’omonima cosca di ‘ndrangheta, Lo Giusdice era stato sottoposto alla misura della sorveglianza speciale.

LA POLIZIA INDAGA A 360 GRADI
Ancora poco chiara la matrice del raid. La polizia indaga a 360 gradi, non escludendo neanche la pista passionale. L’agguato è avvenuto ieri sera, sulle sponde del torrente di Gallico, dove l’uomo e la donna, entrambi sposati, si erano appartati. Lo Giudice. I killer si sono avvicinati all’auto sulla quale si trovava la coppia, hanno sparato con una pistola: l’uomo è stato ferito al braccio, la donna è stata “centrata” alla testa. Poi si sono allontanati rapidamente. Inutile la corsa al pronto soccorso dell’Ospedale Riuniti da parte dell’uomo per salvare la vita alla donna: era già morta quando è arrivata.

NON SI ESCLUDE IL DELITTO PASSIONALE
Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della squadra mobile, le volanti e la polizia scientifica che hanno iniziato rilievi e accertamenti. “Al momento – sottolineano gli investigatori – nessuna ipotesi resta esclusa compresa quella del delitto consumato per motivi passionali. Le indagini sono condotte a 360 gradi dalla sezione omicidi della squadra mobile di Reggio Calabria con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, per ricostruire l’esatta dinamica del gesto e individuare gli autori dell’efferato delitto”.