I panetti di hashish sequestrati dalla Finanza a Napoli

Ammontano a più 8 le tonnellate di hashish sequestrate dalla guardia di Finanza di Napoli. La droga, nascosta in un capannone industriale a Poggioreale, era destinata alle “piazze” di spaccio del capoluogo campano e della sua provincia. Se immessa sul mercato, avrebbe fruttato all’organizzazione criminale 80 milioni di euro.

ARRESTATA UNA DONNA DI 47 ANNI
L’operazione, descritta dalle fiamme gialle come “il più grande sequestro di hashish in un’area metropolitana di sempre”, ha portato anche all’arresto di una donna napoletana di 47 anni, titolare di un’impresa di trasporti. Lo stupefacente era custodito in 276 sacchi di iuta dentro 12 bancali di legno ermeticamente sigillati con del cellophane e occultati dietro casse di plastica.

HASHISH CONFEZIONATO IN PANETTI
L’hashish era stato confezionato in panetti da 1 chilo ciascuno (complessivamente le “fiamme gialle” ne hanno sequestrati 8 milioni), con un alto contenuto di principio attivo Thc. Su tutti gli involucri era stato impresso il noto logo della pay tv “Sky”. Anche il capannone, al termine dei controlli, è stato sequestrato.