Dopo aver cancellato quello che fino all'anno scorso era il Columbus Day, sostituito dall'Indigenous People's Day, il San Francisco Borad of Supervisors ha deliberato di aggiungere un altro nome. Dal prossimo secondo lunedì di ottobre infatti accanto all'Indigenous si celebrerà nello stesso giorno anche l'Italian American Heritage Day.

Il primo voto, quello della abolizione di Colombo si era avuto il 23 gennaio scorso, ora, tre mesi dopo si è arrivati a questa aggiunta, con gli italo-americani che hanno riavuto indietro mezza giornata, l'altra è rimasta ai nativi americani... L'ordinanza di aggiungere al secondo lunedì di ottobre anche gli italo-americani è stata approvata con una votazione di 10-1 ed è giunta dopo le vibranti proteste della comunità italo-americana, indignata per essere stata cancellata da tutte le celebrazioni.

Infatti gruppi appartenenti alla comunità italo-americana avevano cominciato a raccogliere le firme al fine di rovesciare quella che era stata la decisione presa in gennaio.

Alla fine però la città di San Francisco, per evitare ulteriori proteste e problemi, ha trovato il compromesso: una giornata per due. Il supervisor Catherine Stefani aveva introdotto la nuova misura. "C'è un gran numero di italiani e di italo-americani - ha spiegato la Stefani - che che hanno contributo in maniera incommensurabile alla crescita di San Francisco e questa proposta porta a unirsi e a promuovere la pace e la comprensione con la condivisione della giornata".

Un solo voto contrario alla nuova misura, quello di Hillary Ronen che ha spiegato il suo no con il fatto che non avendo due giornate separate si viene a confondere l'azione politica svolta. "Quando ho votato affinché si celebrasse il giorno degli indigeni, l'ho fatto perché quella data è legata all'arrivo di Colombo e ai secoli di dolore che ha portato".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome