Usa, la polizia di frontiera controlla un gruppo di migranti

Cinque migranti hanno perso la vita ed altri sono rimasti feriti in un incidente stradale avvenuto nel sud del Texas dopo un inseguimento ad alta velocità con la polizia di frontiera. Secondo quanto riferito dai media locali, gli agenti hanno inseguito il veicolo nei pressi di Big Wells, circa 160 miglia a sud-ovest di San Antonio e circa 50 miglia dal confine messicano. In totale, 14 persone erano nel veicolo, incluso l'autista, che è sopravvissuto all'incidente.

LA MACCHINA VIAGGIAVA A 160 KM/H
Lo sceriffo della contea di Dimmit, Marion Boyd, ha detto che la macchina viaggiava a 160 km/h. Nel mezzo di un inseguimento frenetico, l'autista ha perso il controllo del Suv, che si è ribaltato causando la morte di cinque dei passeggeri, ha aggiunto il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Texas. Quattro persone sono morte all'istante, mentre il quinto è morto in ospedale. L'autista, noto alle autorità, è stato arrestato dagli agenti della sicurezza interna.

TRAFFICO DI CLANDESTINI
L'agenzia per la protezione delle dogane e delle frontiere ha successivamente confermato "lesioni multiple e decessi" e in un comunicato ha reso noto che il Suv faceva parte di un convoglio di tre veicoli probabilmente coinvolto in un "traffico di clandestini".

NEL VEICOLO ANCHE DUE STATUNITENSI
Lo sceriffo Boyd ha detto di non sapere da dove venissero gli immigrati, ma ha affermato che la maggior parte dei migranti che viaggiano attraverso l'area provengono dall'America centrale o dal Messico. Dodici dei 14 passeggeri erano immigrati illegali, mentre il conducente e un passeggero sono cittadini statunitensi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome