Il Guatemala e la Repubblica Dominicana hanno presentato questa settimana le loro Strategie nazionali sulla sicurezza informatica, elaborate in quasi due anni di lavoro svolto al fianco del Programma di cyber sicurezza del Comitato interamericano contro il terrorismo (Cicte) dell'Organizzazione degli stati americani (Osa). Un processo, fa sapere l'Osa in una nota, nel quale sono stati coinvolti governo, società civili e settore privato di entrambi i paesi. Con il varo di questi due programmi, sono dieci i paesi della regione ad essersi dotati di una strategia di cyber sicurezza: a loro vanno aggiunti infatti la Colombia, il Cile, la Costa Rica, la Giamaica, il Messico, il Panama e Trinidad e Tobago.

SICUREZZA E' TEMA PRINCIPALE
La sicurezza, ha spiegato il presidente del Guatemala Jimmy Morales, "è il tema principale per uno stato moderno, e richiede una particolare attenzione". La strategia adottata "incide in modo trasversale nel controllo e nella protezione delle nostre informazioni" e consentirà alle forze di sicurezza del paese di "dare duri colpi a strutture criminali che operano nel cyberspazio". Da parte sua il segretario generale dell'osa Luis Almagro ha ricordato che "l'adozione delle Strategie nazionali è un passo importante ma è solo il punto di partenza. Questi processi devono andare avanti in modo inclusivo, tenendo conto della voce di tutti gli attori rilevanti, in maniera che si possano continuare a sviluppare capacita' di protezione del cyberspazio".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome