Sangue sul voto in Messico

Una militante di un piccolo partito della sinistra messicana è morta ieri durante uno dei primi attacchi ufficialmente denunciati presso le autorità elettorali impegnate a sorvegliare la regolarità delle elezioni presidenziali, legislative e amministrative in Messico. Si tratta di Flora Resendiz, militante del Partito del lavoro (Pt). La donna è stata raggiunta da colpi d'arma da fuoco appena uscita da casa sua a Contepec, nello Stato meridionale di Michoacan.

UN ALTRO DELITTO NELLO STATO DI TABASCO
Sempre ieri nello stato di Tabasco, dove è nato il neo eletto presidente Andrès Manuel Lopez Obrador, due killer a bordo di una moto avevano ucciso una donna, Jeny Torres di 45 anni, che era in fila in attesa dell'apertura del seggio.