Il furgoncino scoperto dai carabinieri: qui erano stipati i 10 migranti del Kurdistan

carabinieri della compagnia di Susa hanno arrestato un cittadino iracheno di 35 anni, ritenuto responsabile di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo stava trasportando, verso il confine, 10 stranieri del Kurdistan, oltre ad una bambina di 4 anni, stipati all’interno di un furgoncino di proprietà di un altro connazionale .

STIPATO NEL BAGAGLIAIO E SENZA OSSIGENO
Uno di questi era stato nascosto all’interno del bagagliaio e viaggiava in condizioni precarie di sicurezza. I carabinieri lo hanno trovato particolarmente provato per la mancanza di ossigeno. Nel portafoglio del guidatore sono stati ritrovati 500 euro in contanti in tagli da 50 euro, tanti quanti i viaggiatori a bordo del suo veicolo. Informalmente i trasportati hanno riferito che era il prezzo a persona per raggiungere la Francia.

FERMATI A POCHI METRI DAL CONFINE
Gli stranieri erano tutti irregolari anche sul territorio italiano ed erano arrivati in Italia a metà luglio, dopo essere sbarcati tutti insieme nel porto di Augusta (Sr). L’arresto è scattato al Valico del Moncenisio, a pochi metri di distanza dal confine di Stato, dove ultimamente sono in aumento i controlli dei carabinieri della compagnia di Susa per riuscire ad evitare simili condotte. Il fermato è stato accompagnato in una cella del carcere Lorusso e Cotugno di Torino a disposizione dell’autorità giudiziaria.