Incidenti a Pacaraima, al confine tra Brasile e Venezuela, dove un gruppo di residenti locali ha scatenato violenze contro i migranti venezuelani, accusati di aver derubato e picchiato un commerciante brasiliano.

Decine di persone hanno attaccato i due campi dove sono raccolti i profughi in fuga dal regime di Maduro, dando fuoco a tutte le loro cose e costringendoli a riattraversare il confine.

La situazione non è delle migliori e il governo di Brasilia ha annunciato l’invio di truppe per presidiare la situazione. Paracaima conta circa 12mila abitanti e sono più di mille i migranti del Venezuela che vivono alla meglio in strada.