Un raduno della Lega

Lo schema, più o meno, è quello di Pontida. Con una differenza sostanziale però: questa volta, infatti, l'appuntamento più importante del Carroccio non "cadrà" più in Padania, bensì a Roma, il prossimo 8 dicembre, giorno della festa dell'Immacolata. Lì, nella centralissima piazza del Popolo. Gli orari dall'happening, sono stati studiati fin nei minimi dettagli, per non accavallare politica e religione: quando infatti Papa Francesco, alle 16, sarà in piazza di Spagna per rendere omaggio alla celebre guglia, nell'agorà scelto dai leghisti, sarà tutto già finito e archiviato. "Sarà una piazza bella, con mamme, papà e bambini, per dire quello che faremo nei prossimi mesi", ha spiegato nei giorni scorsi il segretario Matteo Salvini, facendo capire che qualche sorpresa gli aficionados del Carroccio la stanno preparando. Per il capogruppo di Montecitorio, Riccardo Molinari "questa sarà la piazza delle soddisfazione, non più quella della protesta" perché con i nostri militanti "condivideremo la soddisfazione per i risultati raggiunti". I volontari, che si occuperanno di sicurezza e accoglienza, saranno i ragazzi romani e quelli del Lazio, non più dunque quelli delle sezioni provinciali di Bergamo e Varese. E Piazza del Popolo, secondo le stime di via Bellerio, per l'Immacolata sarà piena, con lo slogan, che tranne colpi di scena dell'ultim'ora (con Salvini mai dire mai), dovrebbe essere il "Prima gli italiani", che campeggerà in campo blu sotto al palco della storica piazza della Capitale. Quello del ministro dell'Interno, dovrebbe essere il primo e unico intervento programmato nella giornata, mentre sotto al palco non mancheranno i ministri leghisti: da Lorenzo Fontana a Giulia Bongiorno, e poi Erika Stefani, Gian Marco Centinaio e Marco Bussetti. Intanto in questi giorni alla Camera i deputati della Lega, tra un voto sul dl sicurezza e la messa a punto delle misure per la manovra, provano a fare i conti di quanti, eventualmente, parteciperanno al raduno dell'8 dicembre: "Da Palermo - assicura uno - ci sarà un aereo con i nostri militanti siciliani". "Dalla Toscana so già che ci sono 5 pullman in arrivo", aggiunge un altro parlamentare leghista. Alessandro Panza, responsabile dell'organizzazione del partito di via Bellerio, rivela che i pullman prenotati, ad oggi, a distanza di una settimana dal meeting capitolino "sono giù oltre 200, di cui ben 50 provenienti dal Sud". Tanti anche gli aerei prenotati da chi non vuole mancare. A Roma Termini previsti tanti treni da tutta Italia. Insomma: Pontida, per un giorno, si sposta in riva al Tevere.