Prende corpo l’idea di una nuova organizzazione internazionale di integrazione regionale alternativa all’Unione delle nazioni sudamericane, l’Unasur, da cui negli ultimi mesi è fuoriuscito un numero crescente di paesi.

L’ipotesi non è nuova, ma a riproporla con forza è il nuovo presidente della Colombia, Ivan Duque. C’è già un nome, Prosur, e soprattutto c’è già l’appoggio esplicito del nuovo capo dello stato del Brasile, Jair Bolsonaro.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Folha de Sao Paulo, infatti, l’entourage del nuovo presidente ha fatto sapere di vedere di buon occhio il nuovo organismo, visto soprattutto come un’entità capace di soppiantare il declinante movimento di integrazione caldeggiato dall’ex leader del Venezuela Hugo Chavez.