Kim Jong-un e Donald Trump

Sembrava tutto fatto, con la storica stretta di mano tra i due presidenti "nemici": invece è saltato l'accordo tra Stati Uniti e Corea del Nord e il secondo summit tra Kim e Trump si è chiuso senza risultati di rilievo.

Il leader di Pyongyang ha lasciato Hanoi, la capitale del Vietnam che ha ospitato il vertice, senza neppure consumare il previsto ultimo pranzo con il 'collega' di Washington. Saltata anche la firma in calce a una dichiarazione congiunta.

"Abbiamo avuto un tempo molto produttivo, c'erano diverse opzioni ma abbiamo deciso che non era una buona cosa firmare una dichiarazione", minimizza Trump. "Ho detto di no alla richiesta di togliere le sanzioni, Kim mi ha assicurato - ha detto il presidente statunitense - che non farà test sui missili e sul nucleare".