(depositphotos).

Nona meraviglia per la Lazio di Inzaghi che sbanca Brescia battendo 2-1 (in rimonta) le "rondinelle" trascinate da un ottimo Mario Balotelli, autore del primo gol del nuovo decennio nel massimo campionato. E preso di mira, più volte, con cori discriminatori, da parte dei tifosi avversari.

BIANCOCELESTI TERZA FORZA
Per i biancocelesti, sempre più terza forza della serie A ed oramai in piena lotta per il titolo, insieme a Juventus e Inter, si tratta della nona vittoria consecutiva. Un record per la squadra capitolina.

BALOTELLI GOL, POI IMMOBILE
E veniamo alla gara. Dopo un gol annullato ai biancocelesti per il fuorigioco di Caicedo, sono stati i padroni di casa a passare in vantaggio al 18', con Supermario. Venti minuti dopo la Lazio ha agguantato il pari grazie a un rigore trasformato da Immobile (18 gol in 17 partite per lui, e 13esimo rigore su 14 trasformato in serie A).

TRE PUNTI NEL FINALE 
Nel secondo tempo, con il Brescia ridotto in 10 per l'espulsione di Cistana (che aveva portato al penalty per i biancocelesti), la Lazio ha sprecato palle gol su palle gol prima del momento clou materializzatosi al 92' con l'assist di Caicedo che ha consegnato a Immobile la palla gol dei tre punti.