Giuseppe Conte (foto: depositphotos)

Ieri sera alle 20:20 il premier Conte ha parlato alla Nazione, riguardo la situazione attuale e l'imminente Fase 2. La palla passa ai cittadini, dunque, che dovranno responsabilizzarsi per evitare nuovi focolai. Nel contrasto alla speculazione sulle mascherine, il primo passo del Governo è stato fissare il prezzo delle chirurgiche a €0,50, con la decisione di esenzione di Iva sulle stesse. 

SCARICA QUI LA BOZZA DEL DPCM

SPOSTAMENTI Le restrizioni restano standard (salute, comprovate esigenze o lavorative) per spostamenti solo nei confini regionali. Dal 4 ci sarà possibilità di fare visite mirate per riunirsi con i congiunti nel rispetto delle distanze di sicurezza, possibilmente con mascherine, e senza assembramenti. Vietate le feste. Per coloro che non sono nelle proprie abitazioni, sarà consentito il rientro presso i propri domicilio.

SCUOLA Scuole chiuse, come previsto, fino a fine anno. Troppo importante la salute degli studenti e didattica a distanza che sta dando buoni risultati.

SPORT Sarà consentito l'accesso a parchi pubblici, giardini e piazze, sempre in maniera contingentato, indossando mascherine e senza la formazione degli assembramenti. Nei casi in cui, a livello comunale, ciò non sia possibile, il sindaco potrà disporre la chiusura delle suddette aree.

Per gli sportivi buone notizie: ci si potrà allontanare da casa rispettando distanze di sicurezza: si parla di 2 metri. Saranno consentite le sessioni di allenamento per atleti professionisti e per associazioni nazionalmente riconosciute dal Coni, nelle modalità sopra citate e nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti dal 4 maggio per gli atleti individuali. Per gli atleti di sport di squadra la data di ripresa slitta al 18 dello stesso mese.

FUNERALI Riconoscendo il danno emotivo per coloro che hanno subito la perdita dei cari per l'epidemia, il Governo e la CEI hanno dato l'ok per le cerimonie funebri. Consentite solo con congiunti, e in numero massimo di 15 persone, possibilmente all'aperto, attuando le misure di distanziamento sociale e, possibilmente, indossando mascherine protettive.

ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE Volontà di riapertura che si legge anche nella ripresa delle attività di ristorazione. Al momento saranno possibili solo le consegne d'asporto, sempre nel rispetto delle norme di prevenzione sopra citate.

FABBRICHE Importante riapertura nei campi della manifattura, delle costruzioni e delle attività funzionali alle costruzioni. Ingressi contingentati sui posti di lavoro e rispetto delle norme di prevenzione sociale dei contagi.

IL PROSSIMO GOAL Il mese in corso sarà da valutare: il goal è fissato al primo giugno, dove si auspicherà la riapertura anche delle strutture "a stretto contatto con la popolazione", come bar, ristoranti, parrucchieri et similia.