Il logo del massimo campionato di calcio di serie A.

Non c'è un attimo di respiro: un giorno di stacco e fra poco la serie A torna in campo per la dodicesima giornata. Udinese-Crotone apre il programma, poi in serata c'è Benevento-Lazio. Domani si giocano sette partite: spiccano Juve-Atalanta e Inter-Napoli, mentre Roma-Torino di giovedì sera completerà il programma. Le ultime dai campi:

UDINESE-CROTONE (ORE 18.30)

Udinese: Gotti ritrova Arslan, che ha scontato la squalifica. Okaka è stato sottoposto a intervento per l'aspirazione di un ematoma, rientrerà dopo la pausa natalizia. Non dovrebbe recuperare nemmeno Forestieri, che punta alla trasferta di Cagliari. Attesa per gli esami di Nuytinck, che dovrebbe tornare nel 2021. Attacco formato da Deulofeu-Pussetto.

Crotone: quinta ammonizione per Magallan, che sarà squalificato. Al suo posto dovrebbe giocare Cuomo. Difficile il recupero di Benali, che ha già saltato la partita con lo Spezia. Davanti confermati Simy e Messias.

BENEVENTO-LAZIO (ORE 20.45)

Benevento: Si va verso la conferma dell'undici che ha giocato venerdì a Sassuolo. L'unico dubbio che si porta Inzaghi è se dare un turno di riposo a Improta, che gioca da 4 partite ininterrottamente: se dovesse rifiatare il giocatore partenopeo, Ionita ritornerebbe sulla linea di centrocampo e Insigne sarebbe al fianco di Caprari come trequartista. Iago Falque parte dalla panchina perché non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, rientra Viola tra i convocati: il centrocampista calabrese, tranne la parentesi di Coppa Italia con l'Empoli, non gioca dal 3 marzo scorso. Lapadula, che con la Lazio giocherà la sua partita numero 100 in serie A, sdarà la punta titolare e proverà a interrompere il digiuno di gol che per lui va avanti dal 2 novembre, quando segnò la rete del momentaneo e illusorio pareggio giallorosso a Verona.

Lazio: Inzaghi spera di avere a disposizione Luis Alberto, mentre è scontata l'assenza di Acerbi, che si è infortunato contro il Verona, e dello squalificato Akpa Akpro. In attacco straordinari per Immobile, al suo fianco dovrebbe tornare Correa. Luiz Felipe dal 1', Patric dalla panchina.

JUVENTUS-ATALANTA (DOMANI, ORE 18.30)

Juventus: Pirlo non dovrebbe partire col tridente, sarà Morata ad affiancare Ronaldo con la conferma di McKennie da trequartista. Ancora panchina per Dybala. Alex Sandro favorito su Chiesa, e Bentancur su Kulusevski. In difesa c'è il rientro di Danilo. Dentro Arthur per Rabiot.

Atalanta: la formazione non dovrebbe cambiare molto rispetto alla bella vittoria con la Fiorentina. Pessina sta giocando bene e potrebbe avere ancora spazio. Il grande dubbio è sulla trequarti: ancora Malinovskyi, super con la viola, o torna Gomez? Più probabile che parta dal 1' l'ucraino.

FIORENTINA-SASSUOLO (DOMANI, ORE 20.45)

Fiorentina: difficile il recupero di Biraghi, uscito infortunato a Bergamo. Pronto Barreca al suo posto. Prandelli dovrebbe riproporre Ribery dall'inizio accanto a Vlahovic e Castrovilli per Bonaventura.

Sassuolo: tra Caputo, Defrel e Chiriches l'unico ad avere qualche possibilità di rientrare è il difensore. Haraslin squalificato, a sinistra torna Boga. Se Djuricic giocherà nel suo ruolo di trequartista, Raspadori dal 1' come vice-Caputo. Locatelli in mediana.

GENOA-MILAN (DOMANI, ORE 20.45)

Genoa: Davanti possibile rilancio di Shomodurov dal 1', leggermente favorito su Pjaca. Badelj in vantaggio su Radovanovic. Sulle fasce a centrocampo: Lerager e Sturaro.

Milan: Pioli prima del Parma aveva lanciato l'ipotesi del rientro di Ibra e Kjaer per mercoledì, ma lo svedese non andrà neppure in panchina a Marassi. Con Gabbia k.o., il recupero del danese sarebbe ancora più essenziale. Per il centrale stiramento del legamento collaterale del ginocchio sinistro, previsto almeno un mese di stop, domani sarà effettuato un nuovo controllo. Altro infortunio per Bennacer: lesione del muscolo bicipite femorale destro che verrà rivalutata fra 10 giorni. Torna Tonali dal 1' in coppia con Kessie.

INTER-NAPOLI (DOMANI, ORE 20.45)

Inter: da valutare l'infortunio di Hakimi, ma Darmian è pronto a rilevarlo sulla fascia destra. Gagliardini candidato al rientro dal 1', come Lautaro che tornerà ad affiancare Lukaku.

Napoli: a sinistra dovrebbe tornare Mario Rui, Lozano favorito su Politano a destra. In porta torna Ospina. Osimhen ancora k.o.

PARMA-CAGLIARI (DOMANI, ORE 20.45)

Parma: Liverani pensa a un po' di turnover dopo il bel pari col Milan. Brunetta e i recuperati Cyprien e Sohm scalpitano. Incerto il recupero di Kucka. Davanti, dietro a Inglese ecco Karamoh e Gervinho.

Cagliari: in vista del Parma i sardi dovrebbero recuperare dal primo minuto sia Nandez sia Simeone. Negativo Diego Godin che oggi ha sostenuto le visite mediche. Difficile sia subito lanciato a Parma. Sempre positivo Ounas. Si è rivisto con il gruppo anche Pereiro.

SPEZIA-BOLOGNA (DOMANI, ORE 20.45)

Spezia: Italiano, tra esigenze di turnover e necessità di cambiare qualcosa dopo la brutta partita di Crotone, potrebbe modificare qualcosa. Con Nzola, che ha saltato Crotone per motivi personali, in attacco ecco Farias e Gyasi.

Bologna: squadra in ritiro. Mihajlovic, vista la lunghissima lista di indisponibili (a cui si è aggiunto Mbaye, che si è infortunato con la Roma) non ha nemmeno molte opzioni. Possibile impiego di Dominguez e Medel in mezzo. Ancora Ravaglia in porta.
VERONA-SAMPDORIA (DOMANI, ORE 20.45)
Verona: Juric dovrebbe riproporre un centravanti vero, con Favilli favorito su Di Carmine. Rientra Ceccherini dalla squalifica. Dimarco può essere confermato a sinistra. In mediana Veloso-Barak.

Sampdoria: Ranieri spera di poter schierare Gabbiadini, che era già in panchina al San Paolo. Altrimenti potrebbe riconfermare Ramirez dietro Quagliarella. Thorsby squalificato. Candreva non rifiata.

ROMA-TORINO (GIOVEDÌ, ORE 20.45)

Roma: da valutare Kumbulla, uscito infortunato a Bologna, ma dovrebbe farcela. Smalling in campo dall'inizio. Rientra Pedro accanto allo scintillante Mkhitaryan. In mezzo al campo cerca conferma Villar, ma si va verso una mediana Pellegrini-Veretout.

Torino: Bonazzoli va verso la conferma dopo l'ottimo impatto avuto con l'Udinese. Difesa a tre, Izzo-Lyanco-Rodriguez. In mediana Meité, Rincon e Linetty.