(foto Depositphotos)

In Europa una delle situazioni più preoccupanti da infezione da Coronavirus si registra in Francia. Olivier Veran, ministro della Salute, ha specificato che oramai quasi 4 contagi su 10 sono attribuibili alla variante inglese. A Nizza e nel Dipartimento delle Alpi Marittime un caso su due è ormai della variante inglese con un incremento notevole delle infezioni: il tasso di crescita è stato del 25% solo nell’ultima settimana. A essere colpite le fasce più giovani. Proprio Nizza sembra essere la città con più difficoltà, se si pensa che si sono registrati ben 500 positivi solo in un giorno. Veran, oggi presente proprio a Nizza per monitorare la situazione, ha detto che sarebbe da irresponsabili riaprire i luoghi chiusi al pubblico con il rischio di dover richiudere tutto entro i primi giorni di marzo. La Francia fino a questo momento ha scelto una strada simile a quella italiana, evitando un nuovo lockdown, ma imponendo un coprifuoco ancora più restrittivo del nostro: infatti è proibito uscire senza giustificato motivo dalle 18 alle 6 di mattina. Ma ora questo limite orario potrebbe essere addirittura più restrittivo.