Depositphotos

I medici di una clinica privata lo avevano dato per morto e gli avevano staccato il respiratore. Per questo motivo i familiari di un giovane di 27 anni avevano iniziato a piangerne la scomparsa.

È accaduto in India e il seguito della vicenda ha dell'incredibile. Il giovane, infatti, finito in coma dopo un incidente stradale in moto, si è poi risvegliato sul tavolo della sala operatoria, dove altri medici stavano per sottoporlo ad autopsia, richiesta per un'assicurazione sulla vita.

Da capire come sia stato possibile che il 27enne sia stato considerato morto e soprattutto le ragioni che gli hanno poi consentito di risvegliarsi. Fortuna che i medici dell'ospedale di Mahalingapur che stavano per sottoporlo ad autopsia hanno notato dei piccoli movimenti, come riporta il quotidiano Times of India.