foto depositphotos
Costantino Nivola, nato in Sardegna a Orano il 5 giugno 1911 e morto a East Hampton, New York il 6 maggio 1988 è stato uno scultore speciale, probabilmente unico. Emigrato negli Stati Uniti, passando da Parigi, figlio di un muratore sardo, è fortemente apprezzato negli States. L'artista che scolpiva la sabbia, così è ricordato, è stato ripresentato recentemente con un  film 'The Sandman', l'uomo sabbia, dal museo  Magazzino Italian Art in collaborazione con una casa editrice italiana Ilisso. Ora Nivola è anche il protagonista di una mostra nello stesso museo della Valle dell'Hudson e che si protrarrà fino al prossimo gennaio. Sono 50 le opere proposte tra rilievi eseguiti con la tecnica del 'sandcasting', nata quasi per gioco con i figli con costruzioni sulla sabbia, poi sculture in cemento e maquettes architettoniche tutte risalenti tra il 1950 e il 1970. La mostra, avvenimento di primo piano nel calendario artistico dello stato di New York, è stata organizzata grazie alla collaborazione con il Museo Nivola e la famiglia del grande artista sardo.