foto depositphotos

Emergenza Covid: sei Regioni e due province autonome italiane sono classificate "a rischio moderato" dopo i dati della bozza del monitoraggio Ministero della Salute-Iss. Sotto la lente d'ingrandimento Abruzzo, Campania, Marche, Veneto, Sardegna e Sicilia più le due province di Trento e Bolzano. La circolazione della variante Delta è "in aumento in Italia", si legge nel documento, "e, oltre al tracciamento dei casi e al completamento dei cicli vaccinali, è necessario rispettare le misure di prevenzione per evitare un aumento della circolazione virale".

I DATI DELLA BOZZA DEL MONITORAGGIO
Sale, di poco, l'Rt: dallo 0,63 di sette giorni fa a 0,66, così come l'incidenza, ora a 11 casi su 100mila abitanti: due in più rispetto alla settimana scorsa. I dati del monitoraggio indicano che il tasso di occupazione in terapia intensiva è attualmente del 2%: i ricoverati passano dai 240 del 29/06/2021 ai 187 del 6 luglio. L'occupazione in aree mediche scende ulteriormente e i ricoverati passano - nella stessa finestra temporale - da 1.676 a 1.271.

PFIZER CHIEDE L'OK PER LA TERZA DOSE
I dati "incoraggianti" di una sperimentazione clinica eseguita sul vaccino Pfizer - forniti dal Ministero della Salute israeliano -, hanno mostrato che una terza iniezione aumenta il livello degli anticorpi da 5 a 10 volte contro il ceppo originario e la variante Beta rispetto alle prime due dosi. Per questo motivo Pfizer e Biontech, hanno annunciato che nelle prossime settimane chiederanno agli enti regolatori (Fda per gli Usa ed Ema nell'Ue) l'autorizzazione per la terza dose del vaccino anti-Covid.