Matteo Renzi (foto: depositphotos)

Matteo Renzi, durante la presentazione del suo ultimo libro “Controcorrente”, avvenuta ieri a Gallipoli è ritornato sulla crisi di governo che ha portato Mario Draghi alla guida del paese al posto di Giuseppe Conte. “Noi chiedevamo la svolta al governo precedente e l'allora primo ministro pugliese Rocco Casalino… ops scusate, Giuseppe Conte, faceva finta di essere d'accordo ma poi non cambiava nulla. - ha spiegato Renzi - Dicevano a noi che eravamo un'anomalia, noi, non loro che hanno governato prima con Salvini e poi con la sinistra. Grazie a chi, come i ministri di Italia Viva Teresa Bellanova, Elena Bonetti ed Ivan Scalfarotto , hanno avuto il coraggio di andare controcorrente e dimettersi noi abbiamo un'Italia guidata da Draghi e non da Conte. Bisogna pensare di contare un po' di meno se è per dare una mano al Paese”.