(foto depositphotos)

Terza dose: chi decide? “Spetta agli Stati membri decidere se somministrare il richiamo dei vaccini”. Lo spiega una portavoce della Commissione europea, rispondendo ad una domanda sull’annuncio di alcuni Stati europei, di avviare campagne per la terza dose, già a partire da settembre. Come sempre, ha proseguito la rappresentante dell’organismo di Bruxelles, “incoraggiamo decisioni basate su evidenze scientifiche, in linea con le raccomandazioni dell’Ema”, che per il momento non si è ancora pronunciata sull’argomento. La portavoce ha tenuto inoltre a sottolineare gli “sforzi dell’Unione” per la “solidarietà globale”, e la “fornitura di sieri ai Paesi a basso reddito”, rispondendo, così, a chi chiedeva lumi relativamente al richiamo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), due giorni fa, di non procedere ancora con l’inoculazione della terza dose, dando priorità all’ultimazione del ciclo d’immunizzazione in quei Paesi dove la fase di vaccinazione anti-Covid procede a rilento.