Il presidente Usa Joe Biden (foto depositphotos)

La situazione intorno all’aeroporto di Kabul è sempre più critica. La zona controllata dall’esercito degli USA è separato solo da alcune vetture, su cui è stato installato del filo spinato, dalle milizie talebane, che controllano ormai tutta la città. Questi ultimi ora accusano i militari USA di generare il panico e addossano a loro la responsabilità delle decine di vittime di questi giorni.

“L’America, con tutta la sua potenza e le sue strutture… non è riuscita a portare l’ordine all’aeroporto. C’è pace e calma in tutto il Paese, ma c’è caos solo all’aeroporto di Kabul”, fanno sapere dai loro portavoce. L’aeroporto di Kabul è ora il solo modo di uscire dal paese in sicurezza, nonostante tutto; per tale motivo, l’amministrazione di Joe Biden ha attivato la Civil Reserve Air Fleet, così da permettere a più persone di partire. Il Pentagono ha annunciato che 18 aerei commerciali voleranno tra gli Stati Uniti e le basi presenti in Germania, Qatar e Bahrein. Qui si trovano già centinaia di persone evacuate in questi giorni di crisi.