Il Guatemala, dopo El Salvador, è il secondo Paese latino-americano ad essere incluso nel Decreto flussi, disposizione del Governo italiano che stabilisce ogni anno una quota di entrata per emigranti non comunitari che in questo modo possono fare domanda in Italia per impieghi di lavoro stagionale subordinato, ma anche autonomo. “Tanti guatemaltechi – ha annunciato il cancelliere Pedro Brolo – avranno la possibilità di lavorare in maniera temporanea in Italia in settori come agricoltura, turismo in particolare alberghiero”. L’inclusione del Guatemala nel Decreto Flussi si è avuta in seguito a una sollecitazione arrivata dal governo del Paese centro-americano presentata al Ministero degli Esteri nel 2020.