Depositphotos

Naomi Campbell nella bufera. La posizione della "Fashion for Relief", la società di beneficenza della top model, è al vaglio della Charity Commission for England, che sta svolgendo accertamenti su bilanci presentati in ritardo, possibili conflitti d'interesse e controlli finanziari poco accurati.

L'ente assistenziale, secondo quanto riferito dal Guardian, nel 2019 avrebbe oltre un miliardo e 700 milioni di sterline destinati ai bimbi poveri e bisognosi di tutto il mondo. A loro, però, sarebbero andate appena 5.515 sterline: e il resto, dov'è finito?

Nel corso degli anni la Campbell e la sua società benefica hanno organizzato sfilate in tutto il mondo per importanti cause umanitarie come il terremoto di Haiti o l'uragano Katrina. Il sospetto degli inquirenti, però, è che le varie iniziative siano servite soltanto da passerella, di nome e di fatto.